ACSE

Associazione Comboniana Servizio Emigranti e Profughi

Pubblicazioni

Dal fare al dire

di Ornella Martella, Piera Nardi e Mariella Risio – Contributo libero (suggerito 10,00 euro)

Il libro che presentiamo non vuole sostituire un libro di testo sistematico per imparare l’italiano. Vuole essere un “quaderno di lavoro”.

Nel corso dell’insegnamento dell’Italiano, svolto dall’A.C.S.E., spesso ci si è resi conto che c’è bisogno di molti esercizi per consolidare le incerte conoscenze che i nostri studenti hanno dell’Italiano. Essi provengono da culture diverse, hanno livelli di istruzione disomogenei, usano a volte alfabeti diversi, talora non possono frequentare regolarmente le lezioni e quindi hanno bisogno di riprendere determinate strutture della nostra lingua che li mettano in grado di usarla ad un livello comunicativo sufficiente per rispondere ai loro bisogni quotidiani.

Un’avventura di solidarietà

di Adriana e Gianfranco Caporossi e Sr. Maria Rosa Venturelli, pp 108, Offerta consigliata 7,00 €.

E’ la storia dell’ Acse scritta a tre mani da chi ha vissuto gli inizi e di chi vive l’attualità dell’oggi. Nata come  Assistenza Comboniana Studenti Esteri, è diventata Azione Comboniana  per Stranieri Emigrati e infine oggi Associazione Comboniana Servizio Emigranti e Profughi. S. Giovanni Paolo II, che ha conosciuto P. Bresciani, il fondatore dell’Acse, ha definito l’associazione “una vera iniziativa di frontiera e scuola per operatori sociali che, a loro volta, avrebbe ispirato altre iniziative analoghe”. Sono raccontati gli inizi difficili per trovare una sede (quella di oggi è l’ undicesima) dove accogliere i migranti, sistemare i loro bagagli, le incomprensioni ecclesiali e politiche, la mancanza di soldi almeno per i buoni pasto, di alloggi, ecc. In un anno l’Acse ha accolto 13.000 persone di 104 paesi. Nel libro si parla di P. rebato, anima di ogni azione e dei suoi “miracoli”, cercando di coinvolgere istituti religiosi, chiesa locale e politica. E’ la missione che viene a noi, citando Paolo VI. Raccanta anche dei tanti volontari che davano anima, cuore, mani e fantasia nel servizio dei migranti. E’ una storia da leggere. Fino alle vicende dei nostri giorni.

Padre Renato Bresciani, testimone di accoglienza – Cronistoria dell’Acse.

di Aurelio Boscaini e P. Venanzio Milani, pp.64, Offerta consigliata 5,00 €.

 

E’ la biografia affascinante e per molti aspetti avventurosa del Fondatore dell’Acse, P. Renato Bresciani, scritta nel 50° anniversario della vita dell’Associazione.

Missionario per ben 30 anni nel Sud Sudan, P. Renato Bresciani, una volta espulso e arrivato a Roma, ha iniziato a interessarsi dei migranti: prima degli studenti e poi di tutti. “Ha anticipato quanto Papa Francesco non smette di indicarci come strada percorribile per una responsabilità e solidarietà condivise: accogliere, proteggere, promuovere e integrare”.

Alla biografia di P. Renato segue una cronistoria della storia dell’Acse dagli inizi fino ai nostri giorni. Dai primi impegni e servizi agli attuali nel contesto delle trasformazioni in atto dei flussi migratori nel mondo e in particolare in Italia.